Cos’è un Fablab

Un Fablab è un laboratorio di fabbricazione digitale, aperto al pubblico, ed è un nodo della Fab Foundation, network di laboratori diffusi in tutto il mondo, attraverso cui è possibile la condivisione di strumenti, processi e competenze. Ogni progetto condiviso in totale filosofia open source, può essere realizzato, migliorato e personalizzato in ogni Fablab del network e quindi del mondo.

Il FabLab è uno spazio attrezzato con macchine per la fabbricazione digitale, che sono quindi in grado di realizzare oggetti e prototipi partendo da un file digitale, fungono da piattaforma tecnica per la prototipazione, con grande attenzione all’invenzione ed all’innovazione, per fornire stimolo ed ispirazione alle imprese, alle comunità locale, alle scuole ed alle Università.

Un luogo per creare, giocare, apprendere, educare, inventare.

Gli utenti di un FabLab imparano a progettare e fabbricare oggetti propri o di altri. Gli utenti si sentono rafforzati dall’esperienza di produrre in autonomia utensili e tecnologia, acquisiscono il doppio ruolo di apprendisti e mentor scambiandosi gli uni con gli altri varie tipologie di competenze: dall’uso dei macchinari, alla conoscenza dei materiali, ai processi progettuali e l’ingegnerizzazione.

(http://makeinitaly.foundation/wiki/What_is_a_FabLab)

The Fab Charter

Che cosa è un fab lab?
I fab lab sono una rete globale di laboratori locali che facilitano lo sviluppo di invenzioni dando accesso a strumenti di fabbricazione digitale

Che cosa c’è in un fab lab?
I fab lab condividono un inventario in continua evoluzione di capacità base per fare (praticamente) qualunque cosa, permettendo la condivisione alle persone ed ai progetti

Che cosa fornisce la rete dei fab lab?
Assistenza operativa, educativa, tecnica, finanziaria e logistica oltre a tutto ciò che è disponibile in un singolo laboratorio

Chi può usare un fab lab?
I fab lab sono disponibili come risorsa comunitaria offrendo sia accesso libero ai singoli individui sia accesso programmato per specifiche iniziative

Quali sono le tue responsabilità?
sicurezza: non fare del male alle altre persone e non danneggiare le macchine
operazioni: aiutare nella pulizia, mantenimento e sviluppo del laboratorio
conoscenza: contribuire alla documentazione ed alle istruzioni

A chi appartengono le invenzioni sviluppate nei fab lab?
I progetti e i processi sviluppati nei fab lab possono essere protetti e venduti come l’inventore preferisce, ma dovrebbero rimanere disponibili per l’utilizzo e l’apprendimento delle altre persone

Come possono fare le aziende ad usufruire dei fab lab?
Le attività commerciali possono essere prototipate e incubate in un fab lab, ma non devono entrare in conflitto con gli altri utilizzi e attività, dovrebbero crescere oltre al fab lab piuttosto che dentro al fab lab e ci si aspetta che portino benefici agli inventori, ai laboratori ed alle reti che contribuiscono al loro successo

(http://fab.cba.mit.edu/about/charter)

Fablab SPQwoRk

Il Fablab SPQwoRk nasce come risposta alle esigenze manifestate dalla comunità locale che si è sviluppata intorno al Coworking SPQwoRk, è lampante che, per chi desidera portare avanti un progetto, non è più sufficiente una presentazione in PDF, ma è necessario realizzare e rendere “solide” le proprie idee, avvalendosi della fabbricazione digitale e dei suoi strumenti, quindi era necessario creare uno spazio dedicato a soddisfare queste esigenze, dove si potesse sporcare e sperimentare “con mano”

Il FabFactory è uno spazio open, dedicato al manifatturiero, all’artigianato tradizionale e digitale. Un’officina di prototipazione e del fai-da-te, che fornisce agli utenti una vasta gamma di strumenti, attrezzature, macchinari e spazi di lavoro. Grazie ai nostri corsi propedeutici all’uso delle macchine in autonomia, chiunque, anche senza particolari conoscenze, può avvicinarsi alla fabbricazione digitale con tutte le possibili sperimentazioni

La FabFactory si rivolge ad una ampio target: bambini e ragazzi di età scolare, giovani ed adulti!

La nostra mission è dare spazio alle idee, che non entrano più nei laboratori casalinghi, accedere ad uno scambio generazionale di conoscenze, puntando sulla forte qualità della tradizione artigiana, che da sempre caratterizza l’Italia, integrandola con le possibilità offerte dalla tecnologia  e dalla digital fabrication.